Alimentazione del cucciolo.

Appena nasce il cucciolo è accudito in tutto e per tutto dalla mamma, dal cibo, all’igiene, e alle stimolazioni esterne per la defecazione e la minzione. Alla nascita dei cuccioli (possono essere da un minimo di 2 ad un massimo di 10), la cagna produce dalle mammelle un primo siero, il colostro, nelle prime 36/48 ore, dopo il parto, è una sostanza che viene prodotta in attesa del latte vero e proprio, molto sostanziosa e ricca di anticorpi materni che vengono automaticamente passati al cucciolo, quando avverrà la montata lattea si avrà la produzione del latte che costituirà il nutrimento del cucciolo per i primi 25-30 giorni di vita.

Talvolta si possono verificare casi in cui la mamma è impossibilitata all’allattamento, per motivi sanitari o mancanza di produzione di latte; oppure nei casi in cui vi siano parti con molti cuccioli, è lei stessa a respinge i soggetti più deboli, favorendo i più forti, in questi casi, a meno che non si abbia a disposizione una balia, bisognerà ricorrere all’allattamento artificiale, che avverrà ogni 2 ore, con un biberon adatto alla grandezza del cucciolo somministrando dei preparati polivitaminici nei primi giorni e poi si passerà al latte in polvere, acquistandolo nei negozi specializzati.

Il latte di cagna si può riprodurre anche in casa miscelando latte vaccino diluito e tuorlo d’uovo, oppure si può utilizzare il latte di capra che ha una composizione molto simile a quello di cagna, per i dosaggi è sempre opportuno consultarsi con il veterinario che si regolerà in base alla razza, dimensioni e abitudini del cane, e quando avverrà lo svezzamento saprà stilare una linea alimentare in base alle esigenze e alla crescita di ogni singolo cucciolo.

Bisogna fare molta attenzione nella somministrazione del latte vaccino, che dovrà essere parzialmente scremato e diluito, spesso a causa del fatto che i cani non hanno l’enzima per la digestione del lattosio, si possono verificare diarree e coliche, in questo caso si deve sospendere subito la somministrazione del latte vaccino e consultare il veterinario per seguire una giusta alimentazione.

Dai 2/3 mesi comincia ad avvenire il dastacco dalla mamma, e lo svezzamento, i pasti che il cane consuma in questa fase sono 3/4 al giorno, per il cucciolo è quasi sempre un trauma il distacco dalla madre, per questo motivo non passeremo da un cibo all’altro in maniera troppo repentina, quindi la dieta sarà composta da latte e cibo umido diluito con un pochino di acqua tiepida in modo da renderne più facile l’ingestione, via via nei giorni successivi si arriverà ad eliminare completamente il latte dalla sua alimentazione per passare al solo alimento per cuccioli, che si potrà acquistare nei negozi specializzati, consentirà al nostro cucciolo un apporto bilanciato di tutte le sostanze di cui necessita per una crescita armoniosa.

Nel caso si dovesse presentare la necessità, per una eventuale emergenza, di provvedere con cucina casalinga a soddisfare l’appetito del cucciolo, è possibile utilizzare della carne bianca (pollo, tacchino o coniglio), leggera e digeribile, per lo stomaco del piccolo ancora molto giovane e abituato solo a cibi liquidi o semiliquidi, meglio evitare carni rosse e di maiale sono più grasse e meno digeribili, potrebbero appesantire la digestione del cucciolo e creare problemi intestinali,mai utilizzare sale nella cottura dei cibi del cane, nè patate e soprattutto mai utilizzare cipolle (vedi articolo alimentazione del cane parte seconda);

si procede con la pulitura e lo sgrassamento della carne, facendola poi bollire in acqua con una carota e una zucchina privata dei semi, a cottura ultimata frullare in maniera da ottenere una crema che eventualmente allungheremo con un pò di brodo prodotto dalla cottura degli alimenti, aggiungere un cucchiaino di olio crudo e dare la pappa al cucciolo leggermente tiepida; mai somministrare al cane cibi caldi che potrebbero farlo scottare o cibi freddi potrebbero causare congestioni.

Dal 3 al 6/7 mese di crescita del cucciolo la sua alimentazione passerà al mangime secco, le crocchette, in questa fase comincerà a mangiare 3 volte al giorno e poi passerà a 2, si sconsiglia un solo pasto giornaliero in quanto può provocare torsioni dello stomaco.

Il mangime secco è consigliato per la semplicità di dosaggio, conservazione, ha prezzi più convenienti e inoltre ha una funzione pulente dei denti evitando la formazione del tartaro e dell’alitosi.

Il cucciolo andrà pesato ogni 10/15 giorni in maniera da tenere sotto controllo la crescita, sarà così possibile aumentare o diminuire il dosaggio del cibo, pur essendo stampate le tabelle peso/quantità su quasi tutte le confezioni di alimenti, queste non sono attendibili al 100%, il peso del cane varia non solo in base alla quantità di alimenti che ingerisce, ma conta molto anche, se è un soggetto iperattivo, più magro che brucia molte calorie, e necessita, quindi, di una maggior quantità di cibo; se è un soggetto  pigro e un po grassottello che brucia poche calorie, è opportuno invece, ridurre le quantità di pappa.

Attenzione, quindi, ad avere molta cura nell’alimentazione del cucciolo, fin dai primi giorni, oltre ad evitare i cibi salati, bisognerà evitare tutti i tipi di zuccheri, sughi, condimenti e avanzi della nostra cucina; seguendo queste poche e semplici regole, avremo un cane forte e sano, che non ci darà problemi, almeno sotto il profilo alimentare e riusciremo a prevenire una gran quantità di patologie che la cattiva alimentazione può provocare nel nostro pelosetto.

2 pensieri su “Alimentazione del cucciolo.

  1. Brenda

    ciao sono Brenda da 4 mesi ho una cagnolina di 5 mesi un volpino italiano nano Chanel. ho finito tutte le vaccinazioni e il veterinario mi ha detto che devo farli mangiare solo i croccantini e me ne ha indicato un tipo ma Chanel non li mangia al chè ho cambiato marca ma nmon c’è niente da fare non li mangia questo perchè lo aboituata a mangiare le cose che mangiamo a tavola senza condimento soprattutto il petto di pollo ma non sono sicura che sia la cosa migliore. cosa devo fare? è la prima volta che ho un cane non so come devo comportarmi. poteti darmi qualche consiglio? aspetto una vostra risposta a presto grazie

    Replica
  2. dassi

    la mia cagna non ha piu latte . come si fa ? i cuccioli sono nel 4 settimana.vorrei creare alimentazione che fa ritornare il latte.avete le ricette?

    Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>