Educare il cane : regola n.4

Continuiamo il percorso sull’educazione del cane e affrontiamo la regola n. 4, in precedenza abbiamo parlato di comunicazione (regola n.1), di gerarchia (regola n.2), e di convivenza (regola n.3), ora vedremo quali sono le metodiche più adatte a premiare e punire il cane in modo appropriato, e soprattutto il materiale da utilizzare. Come già più volte evidenziato nei precedenti articoli è fondamentale imparare ad interagire con il nostro amico, instaurare un rapporto di comunicazione reciproca, tenendo presente che può essere addestrato ed educato a qualunque età, cucciolo o adulto, la cosa importante è che lui capisca di non essere il capobranco, che lui è un componente del branco (la famiglia), che è un sottoposto del capobranco, questa figura è ricoperta generalmente da un adulto (un solo soggetto della famiglia), colui che ha più tempo da dedicare al cane, il quale sarà la sua guida, il suo educatore e il suo conduttore abituale; per il cane è fondamentale avere una figura di riferimento, in caso contrario si sentirà libero di prendere il sopravvento e di occuparsi della protezione del branco.

La prima cosa che un buon padrone deve fare, è sicuramente cercare di capire le attitudini del proprio cane, per quanto riguarda le razze pure; ad esempio, se fosse tra quelle di utilità come Terranova, Pastore tedesco, Labrador, San bernardo, Golden retriver, ecc. ecc… è opportuno che seguano addestramenti atti ad evidenziare le loro capacità; oppure cani da caccia, da ferma o da tana, e quant’altro come Setter inglese, Setter irlandese, Beagle, Terrier, Pointer, ecc. ecc… è bene che vengano abituati a queste attività fin da cuccioli; idem per i cani che devono occuparsi della guardia e della conduzione di bestiame.

Altre razze invece sono più idonee per le mostre e per i concorsi di bellezza come il Barboncino, Il Bolognese, lo Shitzu, lo Yorkshire o il Maltese ecc.ecc… anche qui il padrone ha una funzione importantissima nella cura del cane a cominciare dall’alimentazione fino all’educazione e all’addestramento per abituarsi ai concorsi.

Per quanto riguarda le gare di agility sono invece adatte le razze, con particolare agilità, anche per i meticci che spesso si possono vedere a queste manifestazioni, anche se ultimamente, i meticci vengono utilizzati anche per parecchi incarichi di utilità,  per quanto riguarda l’agility il cane deve avere oltre ad un buon addestramento e ad un ottima educazione, anche una perfetta intesa con il proprio conduttore che generalmente è anche il suo convivente.

Bisogna ricordare che il cane ha un metodo di apprendimento e un modo di pensare molto elementare, si limita a collegare gli eventi tra loro, associa l’azione alla reazione, cioè lui pensa: se faccio A ricevo B, se l’azione è ben fatta arriverà il premio, in caso contrario alla cattiva azione seguirà una sgridata, i cani obbediscono ai nostri ordini perchè sanno che ci sarà un premio, nell’addestramento sono molto importanti le gratificazioni.

Il premio che diamo al cane si chiama “rinforzo positivo“, lo incoraggerà a ripetere l’azione più volte; i premi possono essere di vario tipo: bocconcini, crocchette, pezzettini di pane secco o di biscottini per cani, giochi o coccole, ma anche la ciotola della pappa o la semplice passeggiata; deve imparare fin da cucciolo che nella vita non gli viene regalato nulla, che tutto è una conquista e tutto va meritato; è bene quindi prima di dare la ciotola della pappa o prima di portarlo fuori, dare un piccolo ordine è sufficiente anche un semplice “seduto“, così imparerà le buone maniere.

Per quanto ci riguarda, porgeremo il premio in cibo al cane sempre con il palmo della mano e tenendola ben aperta, le carezze vanno sempre fatte sul lato del collo e sul petto, mai sulla testa ( per lui significa dominanza), e mai alla gola (per lui significa aggressione).

IMPORTANTISSIMO! Per quanto riguarda i premi in cibo, se decidessimo di utilizzare i bocconcini di carne è bene evitare quelli a base di carni grasse come quelli di maiale, è preferibile invece l’utilizzo di carni bianche quali pollo e tacchino, mai bocconcini di cibo troppo calorico, cerchiamo però di incontrare i gusti del cane; i negozi specializzati ne vendono comunque di appositi per questo utilizzo.

Non tutti i cani sono ubbidienti, a volte fanno delle marachelle, è bene però prima di punirlo, capire il perchè del suo comportamento, a volte non obbedisce perchè è stanco, oppure fà danni in casa perchè subisce l’ansia di essere solo e lontano da noi, in questi casi le punizioni non sono efficaci, e non devono mai essere corporali, e tantomeno bisogna gridare con lui, non capirà e non associerà la cattiva azione alla punizione corporale, e tantomeno capirà il motivo delle nostre urla; un esempio: se lo vediamo con la testa nel secchio della spazzatura, e abbiamo a portata di mano un quotidiano lo possiamo arrotolare e suonarglielo sul sedere delicatamente, non con violenza, un paio di volte, ma solo perchè lo abbiamo colto durante l’azione, ed è giustificata la punizione corporale solo perchè è un’azione veramente bruttissima quella di frugare nell’immondizia.

Le punizioni se non vengono date quando lo si coglie sul fatto, ma a distanza di tempo dalla cattiva azione, non hanno nessun effetto e causano solo ulteriore stress al cane; le punizioni hanno comunque scarsa efficacia sull’educazione, lui cerca solo la nostra attenzione, anche una semplice sgridata rappresenta questo, è molto meglio ignorarlo per qualche minuto.

Facciamo dei piccoli esempi: se il cane sale sul divano, dobbiamo immediatamente dire “NO” in maniera secca e decisa senza gridare, se non ubbidisce gli daremo un piccolo e leggero buffettino sul naso, oppure se entra nella camera da letto, durante il suo ingresso gli diremo “NO”, se lo faremo dopo, se il rimprovero avverrà quando lui tornerà da noi l’associazione che il cane farà è, ritorno = rimprovero e la stessa cosa succede se lui si allontana da noi, lo dovremo sgridare all’atto dell’allontanamento e non quando torna, altrimenti otterremo solo un cane che non torna al richiamo e che continua a scappare; se al nostro rientro a casa troveremo la ciabatta rosicchiata (a causa dell’ansia da separazione), e il cane dorme beatamente, e noi lo sgrideremo, lui associerà il rimprovero al sonnellino, e non alla ciabatta, se lo troveremo invece con la ciabatta tra le zampe che se la rosicchia, allora un secco “NO” e gli toglieremo la ciabatta, naturalmente sempre senza infliggere punizioni corporali.

Nel prossimo articolo illustrerò l’ultima regola, la regola n. 5, ed è come il cane può imparare l’educazione giocando.

31 pensieri su “Educare il cane : regola n.4

  1. ileana

    Buona sera, io, anzi noi…abbiamo un piccolo problemino…abbiamo addottato un cane dal canile, ha circa 2 anni ed è un’incrocio tra un pitbull e un dgue de booreaux, è dolcissima, l’unica pecca ke ha è che fa i bisogni in casa…nn sappiamo piu’ cosa fare…come fare x farle capire ke è sbagliato…la portiamo fuori minimo 4 volte al gg x almeno 15 min x volta…ma cm la lasciamo sola ci fa una bella sorpresina…anche solo se salgo in camera x 5 minuti…vi prego aiutateci xkè ci snerva ficcare i piedi nelle pozzanghere ke c fa trovare lei… 🙂 grazie mille ileana

  2. admin Autore articolo

    Buona sera a voi, innanzitutto, il cane non fa i bisogni in casa perchè non ha capito che li deve fare fuor,i ma bensì perchè sta soffrendo della sindrome da abbandono, cerca di non lasciarlo solo fino a che non si sarà tranquillizzato, da quanto tempo vive con voi??? Portalo fuori più spesso e quando vai in un’altra stanza invitalo a seguirti in maniera che capisca che non lo stai lasciando solo, cerca di portarlo con te tutte le volte che puoi, purtroppo sarà un percorso lungo e tortuoso in quanto è un cane che ha subito il trauma dell’abbandono, non lo dimenticherà molto facilmente e ogni cane reagisce in modo diverso, ho avuto 4 cani abbandonati e ognuno di loro manifestava in maniera diversa questo disagio, quella che vive ancora con me è passata dal rosicchiare tutto ciò che le capitava a tiro, all’abbaio e pianto che dura per un bel po prima di tranquillizzarsi, quando usciamo. Segui il percorso che ti ho indicato nell’art. 5 per insegnare i comandi al cane, ogni volta che fa la pipì sgridalo solo se lo cogli sul fatto, altrimenti ignoralo portalo fuori dopo un po e quando farà i bisogni premialo e lodalo, credo che presto capirà che può stare tranquillo. Sappi che ci vorrà tempo, pazienza e costanza, e soprattutto tanto tanto amore per far sì che comprenda che non verrà più abbandonato, ma purtroppo si parla di tempi molto lunghi nei cani di età adulta in quanto il trauma resta radicato nella loro mente e per un nonnulla lo rivivono. Spero di esserti stata di aiuto, Ileana fammi sapere gli sviluppi e un bacino grande alla signorina pisciona. Se vuoi aiutare i nostri pelosini abbandonati ad avere un pochino di cure migliori e cibo buono fai donare ai tuoi conoscenti un piccolo aiuto attraverso il sito sulla poste pay indicata nelle donazioni, ti ringrazio tanto per aver letto e per ciò che potrai fare. Ciao e a presto.

  3. gennaro

    H urgente bisogno di aiuto inquanto ho una barboncina di circa 6 mesi e l’ho adottato da quando ne aveva 3 non riesco ad abituarla a fare i bisogni sul pannolone anzi sta capitando che in nostra asseza che purtroppo dura quasi tutta la giornata che troviamo la traversina fatta in mille pezzi. Appena di ritorno a casa se troviamo i bisogni sul pavimento gliel facciamo annusare e gli diamo un secco no e poi la portiamo sula teraversina gridandogli che li la deve fare! Il risultato che la pipì è risolto al 90 per cento mentre con le feci nessunn risultato positivo. Esiste un sistema per insegnarglielo più rapidamente???
    Se continua così mia moglie minaccia di donarlo a qualcuno vi prego aiuto!!!!!!!!!!

  4. admin Autore articolo

    Ciao Gennaro, credo che tu debba utilizzare un metodo educativo un pochino meno, come dire, ortodosso!!! Se segui le indicazioni che io do sul mio sito vedrai che otterrrai ottimi risultati, aggiungerei inoltre che il cane non può esseere lasciato solo delle intere giornate in quanto essendo un animale abituato a convivere con altri esseri, umani o animali che siano, soffre molto per la solitudine, ricorda inoltre che ha solo 6 mesi e quindi è un cucciolo, ha bisogno di essere educato con amore, pazienza, costanza, continuità, e soprattutto tanta dolcezza, premiato quando fa le cose giuste e sgridato senza mai urlare o picchiarlo quando viene colto sul fatto nel compimento di una cosa sbagliata. Ti consiglio vivamente di seguire i miei suggerimenti oppure se credi di non poter dedicare il tempo dovuto al tuo cucciolo, forse tua moglie ha ragione a volerlo regalare a persone che siano in grado di prendersi maggior cura di lui. Mi scuso per il ritardo nel rispondere al tuo appello, ma purtroppo ho aperto solo oggi la mia casella di posta dopo le vacanze. Mi scuso anche se sono stata un po dura con te nel risponderti ma sono molto tassativa su come vanno tenuti i nostri amici a 4 zampe, personalmente ho 2 bambine e una pelosina e per me la nostra piccola è come una 3 figlia. Ciao e spero di avere presto buone nuove da te riguardo la piccola barboncina.

  5. rita

    salve, ho un cucciolo di beagle di 10 mesi,maschio, a parte che distrugge tutto in casa, non obbedisce a nulla, ne al richiamo, ne a niente, non riconosce il padrone, se lo si sgrida ringhia, è irrequieto, testardo, si mangia le feci, nonostante, gli abbia dato una polverina nel cibo, tutto inutile, mangia stoffa, lana, legno, plastica, il cibo se lo divora è super affamato, vuole dominare, se vede altri cani , fa’ il pazzo, piange, se cerco di fermarlo, mi aggredisce, tutto cio’ credo che la causa sia stato , quello di avermelo venduto a 37 giorni, ecco la causa di tutto cio’, sara’ cosi’ oppure è la razza, molto ribelle? come posso fare, grazie

  6. Michela

    Buongiorno.Ho una bolegnesina di 7 mesi bella vivace..proprio ieri è successo che si è allontanata da me e non riuscivo più a riprenderla,sembrava impazzita,correva come una matta..quando la sgrivado lei mi abbaiiava come se mi stesse ribattendo..è raro che si sottemetta ai richiami, ascolta poco e sembra non avere paura di nulla..per il resto è brava, i bisogni li fa fuori o nel suo panno..quello che mi “preoccupa” è proprio il fatto che non mi ascolti..mi può dare un consiglio?grazie.

  7. Ventidue

    Il Sanbernardo della mia famiglia (io vivo da sola a 100km di distanza da loro), ha morso 3 componenti: mia madre, mio cognato e mio nonno .E’ successo 3 volte, la prima dove mia madre ha riportato un lieve morso su una gamba, la seconda dove mio cognato e stato portato al pronto soccorso con due morsi, gamba e braccio e l’altro ieri…mio nonno ha riportato morsi sulla schiena, sulla pancia e lesione dei tendini, l’hanno operato per intervento di ricostruzione.Il motivo della lite, la stessa per 3 volte, le cagnette litigano ferocemente, uno della famiglia va a dividerle e lui morde… forse perchè in quel momento ci considera invasori o forse perchè l’è cara una di loro, permette solo a lei di mangiare nella sua ciotola. Ho letto che il non imporsi con un cane di questo tipo lo porta a pensare di essere anche il capo branco degli uomini…strana la vita…è un caso di eccesso di amore…
    Ieri mattina l’asl ha preso il cane di mia sorella e € 780 per portarlo via, nutrirlo per 10 g e poi decidere insieme sulla sua vita.La mia famiglia scossa dal dolore del tragico destino del cane ha deciso di riprenderselo,non importa cosa potrà accadere, il veterinario gli ha detto: Se castrato, allontanato da tutti e drogato da psicofarmaci dovrebbe stare calmo….
    Il cane è stato cresciuto con un amore e cure. Mai e dico mai maltrattato. Viveva con tre cagnette in un giardino di 800 mq. Libero di stare dentro o fuori casa, di dormire con loro se voleva.
    Anch’io amo quel cane e non voglio che muoia, ma che sia riabilitato e felice, quello che vorrei però è avere la certezza che una volta tornato a casa con i miei cari, ciò non accada più, ho paura per la mia famiglia. Mi sono attenuta ai fatti , ho bisogno di sapere cosa ne pensate di questa situazione.
    Geazie

  8. Francesca

    buongiorno il mio ragazzo 3 anni fa ha preso un bastardino al canile. e’ un tesoro di cagnetto purtroppo xo’ continua a fare l a pipi’ in casa. esce regolarmente 3/4 volte al giorno e’ molto coccolato. fa la pipi’ in casa sia quando e’ solo sia quando ci siamo noi (non nella stessa stanza ovviamente) la fa sia sul pavimento sia sugli angoli di divano e letto(poco igienico davvero)
    abbiamo provato a sgridarlo facedogli vedere l a pipi’ (e’ intelligiente sa di aver fatto qlc di sbagliato) oppure mettendo una traversina (la fa a pezzi)
    nn so piu’ cosa fare probabilmente nn siamo stati bravi ad educarlo da piccolo ma e’ davvero un problema

    grazie

  9. massy

    salve io ho una cucciola di shitzu che tutto sommato nn è x nulla cattiva anzi , ho solo un problema a volte in mia assenza e solo in mia assenza fa la pipì sul divano a solo 4 mesi ma è una testona io la premio quando sono fuori , ma sul fatto nn la becco perche la fa in mia assenza ho provato con degki sprai apposta ma a volte funziona a volte no come posso fare?

  10. david

    Salve.io ho 2 fratelli maschi di razza pointer però sono stati separati dopo i 60 giorni di vita,solo adesso si sono ritrovati e hanno 6 anni.
    il mio problema è che i due continuano a ringhiarsi contro e durante il pasto si azzuffano perchè o uno o l’altro mangia dalla ciotola dell’altroma io cerco in tutti i modi di farglierlo fare solo quello che ho addotato io obbedisce l’altro no (perchè arrivato dopo) e non so cosa fare per non fargli piu litigare tra loro e fargli convivere con armonia e serenità.mi puoi aiutare?
    Grazie

  11. michele

    salve chiedo scusa ho da un mese un pitbull red nose femmina dolcissima e coccolona ma ha un solo piccolissimo problemino che non riesco proprio a risolvere fa di continuo pipi ma veramnete troppa e spesso ha solo 3 mesi e non credo che sia diabete perche il veterinario che la segue dice che e in salute perfetta solo che possiamo stare anche fuori 6 ore ma nulla non la fa finche non arriva a casa come potrei fare vi ringrazio della risposta in anticipo salutiamo tutti io e la mia piccola zaira

  12. daniel

    ciao sono daniel, io invece ho un piccolo problemino, sono stato al canile e mi sono innamorato di un pitbull maschio di 4 anni, i volontari del canile mi hanno assicurato che e un ottimo cane equilibrato in famiglia ma fuori ha un bel caratterino con i cani. io ho firmato i moduli per l affido e lo sto aspettando a giorni che me lo portino. molta gente mi ha sconsigliato vivamente un cane adulto di quella stazza, ma a me é sembrato così dolce. mi hanno rassicurato che non ha passati violenti, premetto che sono stato sempre diffidente anche io della razza pur avendo avuto 2 cani corso e un dobermann, ma sono sempre stati gestiti da mio padre fin da cuccioli. ora io abito solo e vorrei una compagnia, optavo per un cucciolo, ma appena ho visto lui sono entrato nel suo box e mi sono seduto con lui sul pavimento, gli ho preso il suo osso e gli ho guardato i denti e lui era impassibile, ma non so come si comporterá in casa con me. help me…. bisogno di un consiglio da un esperto please…..

  13. giusy

    ciao…ho un meticcio di circa due anni….trovato che gia aveva circa 4mesi…dopo aver passato quasi un anno a fargli togliere la voglia di mordere tutto…non sono riuscita a curargli uella che i veterinari chiamano..Sindrome da Abbandono…eovvero piange in continuazione quando vado via…grandeproblema per i vicini.
    tutto questo mi ha portato a 3 traslochi in un anno, e adesso non ne posso più!
    Io lavoro 10 ore al giono…e sonoarrivata al punto di doverlo cedere..- sto anche provando il collare Adaptil…che rilascia feromoni in modo da tranquillizzarlo..ma ancora nulla…
    AIUTOOOO

  14. Simonetta simoncelli

    Salve, devo assolutamente risolvere un problema con il mio maltese Artu’: purtroppo, quando non sono in casa, capita che spesso faccia la pipi’ sul divano ed e’ inutile sgridarlo visto che non si fa cogliere mai sul fatto! Cosa possiamo fare?

  15. francesco

    ciao ho bisog di aiuto prima abbitavo in una casa con un giardino grande ho un cane ke stava sempre all’aperto cioe faceva tutto nella terra adesso mi sono trasferito e non ho piu il giardino il cane me lo sono portato dietro adesso lo devo rinkiudere ma non vuole stare kiuso come devo fare????? ma non sta sempre kiuso lo voglio aprire x fare i bisog ma niente e un meticcio adulto lo tengo da piccolo vi prego aiutatemi come devo addestrare a stare kiuso????????? vi kiedo aiuto

  16. Federica

    Salve,i ho un meticcio da circa una settimana con me ma ha quai tre mesi, il suo problema è che vuol continuamente mordere,sono convinta per gioco a prende all caviglie , i pantaloni ,le scarpe, non lascia camminare…soprattutto me che son l padrona ,molto meno anche col resto della famiglia a con me non si controlla…aiuto!!

    1. MONIA VENTURA

      SONO UNA MAMMA DI 2 SPLENDIDI PELOSETTI , IL PIù GRANDE DI 7 ANNI, JIMMY ED è L’AMORE DELLA MIA VITA E POI E’ ARRIVATA LA FEMMINUCCIA JOY ORA HA 6 MESI NOTO CHE TRA JIMMY E JOY CI SIA UNA FORTE MA CONTROLLATA GELOSIA JIMMY NON ACCETTA JOY ANCHE SE LI COCCOLO CONTINUAMENTE ALLO STESSO MODO E JOY LO STUZZICA INFASTIDENDOLO , GLI SALTA ADDOSSO A MO DI GIOCO. PER NON PARLARE DI QUANDO LI ESCO INSIEME PER LA PASSEGGIATA , PER ME è DIVENTATO IMPOSSIBILE GESTIRLI INSIEME PERCHè JOY CONTINUA SALTARGLI ADDOSSO E JIMMY INFASTIDITO SI SCANSA NON SO COME FARE è LA MIA PRIMA ESPERIENZA SONO 2 CANI DI GROSSA TAGLIA JIMMY è UN INCROCIO DI CORSO E LABRADOR E JOY è UN INCOCIO DI COKER E PASTORE MAREMMANO QUINDI CAPIRAI IL MIO INTERESSE DI GESTIRLI IN TEMPO ….. ANKE SE JIMMY DA SOLO è TRANQUILLO MA CON L’ESUBERANZA DI JOY CAMBIA , INOLTRE HO BISOGNO DI UN ALTRO TUO VALIDO CONSIGLIO ,JOY NON ASCOLTA I COMANDI CHE GLI DO SEMBRA CHE VOGLIA PRENDERE IL SOPRAVVENTO COME POSSO FARE A RIPRENDERE IN MANO LE REDINI DEL CONTROLLO SU JOY ? SPERO CHE LEGGERAI IN TEMPO REALE E CHE MI DAI I TUOI CONSIGLI AL PIù PRESTO TI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE

  17. Emily

    Salve a tutti!
    Io ho un labrador maschio di 1 anno e mezzo, Giove 🙂 gli unici problemini che abbiamo con lui è che quando lo leghiamo vicino la sua cuccia, perchè dobbiamo uscire (e lui inseguirebbe la macchina) o perchè vengono operai per vari lavorini a casa (e lui non farebbe fare niente) torniamo e troviamo lasua cuccia di legno distrutta…sta cadendo a pezzi…ha bucato anche la parte di sotto O_O come mai?
    Un altro problema che non riusciamo a risolvere è che tira al guinzaglio…nonostante ha seguito il corso base e durante il corso era perfetto….ora invece tira da morire soprattutto quando incontra altri cani…fino a sembrare un aquila alzandosi sulle zampe posteriori!!!! Consigli per risolvere queste cose???Grazieeeeee 🙂

  18. antonella

    ciao Gabriella, vorrei il tuo aiuto per riuscire a far smettere al mio cagnolino di 15 mesi di abbaiare agli altri cani quando fa le sue passeggiate quotidiane. Lo fa in continuazione, con qualsiasi razza e stazza, lui e’ un meticcio di taglia media, lo abbiamo adottato quando aveva 8 mesi,lo avevano abbandonato e legato ad un albero davanti a un supermarket .Non so se il suo vissuto puo’ aver influenzato il comportamento odierno, resta comunque il fatto che all’inzio della nostra convivenza quando uscivamo non si comportava cosi’. Ti ringrazio anticipatamente per l’interesse.

  19. Daniele

    Ciao ho un terranova da circa un anno , ha paura di tutte le persone che vengono a casa, quando sente rumore di auto, entra in casa e si nasconde sotto il tavolo se lo tieni si fa la pipi a dosso, come posso fare per aiutarlo a stare in compagnia e giocare con tutti, mi dispiace molto vederlo cosi spaventato ciao grazie

  20. SARA

    vorrei sapere se riuscirò a farmi obbedire da una cagnetta che stò prendendo in adozione,è stata abbandonata,ha circa 5/6 anni taglia piccola……….come mi dovrò comportare? grazie

  21. roberto

    salve o un american staffordshire terrier,di 2 anni e da solo 3 giorni ke ce lo ma nn sopporta altri cani,appena li vede inizia ad abbaiare e tirare…come potrei fare???x levarli sto vizzio…(e o anke un bimbo di 3 anni mica dv avere paura???)

  22. Yasmin

    Buona sera! Ho da poche settimane un meticcio dei beagle e sto cercando di fargli imparare a fare i bisogni fuori ma con pochi risultati . La pipì la fa spesso nella traversa ma le feci mai. E abitando in un appartamento vorrei insegnarle ad “avvisarmi” quando ha bisogno di uscire. Come devo fare?

  23. Monica

    Ciao mi chiamo Monica e ho un jack russel di quasi 1 anno e mezzo.
    Quando era piccolo gli facevo fare i bisogno sul terrazzo, ora voglio che li fa nel terreno davanti casa ma lui lo fa solo ogni tanto. spesso li fa nel terrazzo e non so più cosa fare,

    E dopo un’altra cosa.. quando gli tiro la palla lui la prende ma non me la vuole portare, appena mi avvicino lui scappa. Perché fa cosi?

  24. Pinella

    Sera sono interesata un cane bolognese razzab piccola grazie aspetto vostre notizie grazie signorina pinella

  25. milena

    Ciao..ho una cucciola di labrador di quasi 5 mesi ..l ho presa insieme al mio ragazzo..l unica pecca é che ascolta solo lui e me per niente!! Se si allontana e la chiamo per venire non torna..se fa i capricci morde o sale sul divano e gli dici ferma non mi ascolta..se mi permetto di sgridarla vuole mordermi ecc.. mentre appena gli dice il ragazzo mio ferma o seduta o lascia o qualsiasi altra cosa lo ascolta immediatamentr..addirittura a volte basta solo che lui la guardi e lei gia obbedisce..con me no.. cosa posso fare?
    P.s. Premettendo che io ho sempre avuto paura con i cani adesso grazie a lei mi e passata..ero convinta che prendendola da cucciola ed eeucandola mi avrebbe ascoltata ma niente da fare!!!

  26. anna romagnolo

    Buon giorno a tutti,
    Ho un Dobermann di due anni maschio che non riesco a gestire quando andiamo in passeggiata: tira come un matto, cerca di saltare addosso alle persone per giocare e ieri per la prima volta ha morso un cane maschio di 8 mesi sulla schiena. Al mio comando di lascia lo ha subito lasciato. Ho una bambina di 7 anni che gioca tranquillamente con lui e con lei è molto attento a non farle male ma non vorrei che questa sua irruenza potesse diventare un problema per mia figlia? cosa posso fare?
    Grazie per i consigli.
    Anna

  27. sabina

    salveho un labrador di poco piu di unanno che ho preso da un ragazzo che se ne voleva liberare spacca tutto nn so piu come fare e nn ascolta che sbaglio?

I commenti sono chiusi.